Le false mascherine di protezione per il viso sono diventate il nuovo oggetto di moda più contraffatto?



• La pandemia ha scatenato un'impennata nella comunità dei prodotti contraffatti di Instagram
• Gli influencer si sono attaccati alla cultura della copia e del falso promuovendo false mascherine di design
• Maya Jama e le ex concorrenti di Love Island UK Tyne Lexy Clarson e Amber Gill sono tra coloro che indossano maschere con loghi di case di moda esclusive, ma palesemente false


Con le mascherine di protezione contro il COVID-19 obbligatorie non sorprende che le fashioniste siano alla ricerca di versioni eleganti di questo essenziale “accessorio”.

I produttori di falsi stanno contribuendo a una comunità clandestina di merci contraffatte in tutto il mondo, hanno avvertito gli esperti.
La tendenza è alimentata da influencer con migliaia di follower che promuovono prodotti di design falsi sui loro account social.

Negli ultimi due mesi, artisti del calibro di Maya Jama e gli ex concorrenti di Love Island UK Amber Rose Gill e Tyne Lexy Clarson sono stati avvistati con mascherine di protezione per il viso con i logo di Gucci e Louis Vuitton.

Tuttavia, sono maschere contraffatte e mai prodotte dai brand originali, Il sito di Lux Masks Global si definisce specializzato in "accessori di moda unici su misura" ispirati principalmente da "designer italiani per garantire la massima qualità". Questo è un sito che vende prodotti illegali in quanto recanti logo non autorizzati di brand globali
Le mascherine unisex, progettate per assomigliare ai prodotti Louis Vuitton, sono vendute al dettaglio a circa 50 euro ciascuna.

La modella australiana Jessica Hart ha anche condiviso uno scatto su Instagram di una mascherina di protezione in pelle con il logo LV.
Luis Vuitton, tuttavia, non ha mai prodotto mascherine di protezione fashion, anche se ha riutilizzato diversi dei suoi laboratori in tutta la Francia per "produrre centinaia di migliaia di maschere non chirurgiche" per gli operatori sanitari, ma senza logo.
31555686-8592241-Australian_model_Jessica_Hart_also_shared_an_Instagram_snap_of_h-a-32_1596554802700
Nel 2019, circa quattro milioni di post o storie su Instagram relativi a marchi di moda promuovevano prodotti contraffatti, con ben 95 milioni di "bot" pubblicati come account reali.
Ci sono centinaia se non migliaia di account Instagram che pubblicizzano prodotti contraffatti per una frazione del prezzo di quanto potrebbe costare se il prodotto esistesse e fosse originale.

Quando si tratta di abbigliamento e accessori, le mascherine di protezione per il viso sono l'ultimo oggetto del desiderio, con design contraffatti promossi da influencer con quantità enormi di follower.
Non sono difficili da trovare; su internet basta ricercare "mascherine di protezione firmate" per raggiungere dozzine di siti che propongono prodotti non originali.
Paigey Cakey, MC, cantante e attrice di Hackney, nell'est di Londra con oltre 289.000 follower, ha sfoggiato una finta maschera Louis Vuitton realizzata da OneKind Customs, questo sito è uno dei tantissimi che vende impunemente prodotti falsi.

Luke Hodson, fondatore della società di stampa Awesome Merchandise, ha dichiarato a FEMAIL: `` I prodotti contraffatti non sono una novità, ma non sorprende che la comunità stia crescendo, in particolare su Instagram, grazie al facile accesso alla stampa e alle versioni gratuite di strumenti di progettazione come Photoshop.

'Le false riproduzioni di brand famosi sono facili da replicare su oggetti come le mascherine di protezione grazie alla loro forma semplice, che le rende facili da produrre in massa. Con la domanda ai massimi livelli, sempre più aziende propongono tali prodotti su Instagram ed utilizzano famosi influencer per promuovere i loro prodotti contraffatti.

'I contraffattori sono pienamente consapevoli che stanno usando la proprietà di qualcun altro - in questo caso, la proprietà intellettuale - e ne traggono profitto.

###
Validactor è una società attiva nel settore dell'anticontraffazione, della protezione delle produzioni, della gestione della tracciabilità e della distribuzione alimentare e non. Mettiamo in contatto diretto le aziende produttrici ed i consumatori finali tramite una innovativa piattaforma per la serializzazione unitaria delle produzioni.

Seguici su Twitter e su FacebookT

Questo sito usa cookies. Per maggiori informazioni clicca qui. Se non intendi prestare il consenso al loro utilizzo non continuare la navigazione e abbandona la pagina