Il mercato grigio del vino



Continuo a parlare di mercato grigio o mercato parallelo.
Qui di seguito uno stralcio da WIKIPEDIA:

"Mercato grigio dei vini
Prospera il mercato grigio dei vini, soprattutto nel caso dello champagne. Molti grandi produttori di champagne si occupano da sé dell'importazione e vogliono mantenere le differenze di prezzo nei diversi mercati; così una stessa bottiglia può costare 35 dollari negli Stati Uniti d'America ma 20 euro in Francia soltanto per motivi commerciali. È spesso conveniente acquistare vino in Europa, di solito da un distributore autorizzato, per rivenderlo negli USA. In caso di una grandissima disparità di prezzo, non è raro trovare sul mercato grigio un vino al dettaglio che costi meno che non all'ingrosso presso un distributore autorizzato. Nel caso di una disponibilità profondamente diversa tra Europa e USA, il prezzo sul mercato grigio può essere pari o superiore al prezzo autorizzato."

Wikipedia offre un'interpretazione semplicistica del fenomeno limitandosi allo champagne ed alla distribuzione fuori dai confini nazionali, ma per quando riguarda la produzione vinicola nazionale - di qualsiasi tipo - il fenomeno è molto esteso e danneggia svariati aspetti: commerciale, di immagine e di serietà aziendale.
Possedere il "controllo" della filiera distributiva è una componente chiave della salute aziendale, affiliare la clientela finale conoscendola crea e rafforza il brand grande o piccolo che sia.





https://www.linkedin.com/posts/dinosergiano_validactor-anticontraffazione-e-serializzazione-activity-7104049983275884544-9uo2?utm_source=share&utm_medium=member_desktop

clic here. To view the cookies used in this website in English clic here.

Ottieni visibilità per la tua Azienda